Un telefono regale

Piacevolmente attratto da tutto quello che è sesso, ultimamente ho scoperto il piacere che deriva dal servire in tutto e per tutto una donna. La scarica di dolore che ne derivò si propagò al mio cervello fornendomi una sferzata di adrenalina e di eccitazione mai provata sino allora, che mi portò a scoprire un nuovo modo di fare sesso, quello definito da molti come sesso “doloroso”.

La linea hard padrone.

Confuso ma desideroso di approfondire l’argomento feci una veloce ricerca su internet, in rete vidi che non ero solamente io il maschio italiano desideroso di sofferenza allo scopo di ricevere un eccitazione fori dal comune. Vergognandomi intimamente di confessare questa mia nuova sfaccettatura caratteriale alla mia donna, cercai un modo alternativo per sondare questa mia nuova curiosità mentale. Lo trovai nel sito Linea Hard 24.

Le peculiarità del sito.

Il sito che forse è meglio chiamare portale, vista la sua grande varietà di articoli, fornisce la possibilità di contattare svariate padrone esperte dell’arte di infliggere punizioni, sia fisiche che mentali, a coloro che come me godono della propria sofferenza. La linea hard padrone raggruppa al suo interno tutte donne che sanno come far soffrire, unendo questa sofferenza a un godimento che definire magnifico è poco. Il connubio che ne deriva è estasiante, dolore e piacere, sofferenza e godimento, umiliazione e orgasmo. Le padrone rispondono immediatamente, e già dalla prima frase valutano esattamente il proprio schiavo e le proprie voglie, uno schiavo che non può far altro che eseguire i loro ordini se vorrà avere il permesso, alla fine della sessione, di godere del proprio corpo e raggiungere cosi il piacere tanto desiderato. Le punizioni inflitte saranno un crescendo, non si potrà avere modo di evitarle a meno di interrompere la telefonata, un interruzione che suonerebbe come il fallimento dello schiavo e la vittoria della mistress.

Il piacere doloroso.

Alla fine della sessione si arriverà in un estasi mentale difficilmente raggiungibile. Tutto è esasperato dalla lontananza, una lontananza che garantisce però la massima tranquillità sia sotto il profilo sociale che sotto quello ancora più importante dei sentimenti. Al telefono erotico non ci si potrà innamorare della propria padrona, ad essa sarà solamente demandato il piacere di punire il proprio partner, una punizione da lui stesso ambita, che alla fine avrà come contraltare un piacere che ancorché solitario sarà magnifico. Si sentirà il sibilo della frusta, si avvertirà l’altezzosità nella voce, si godrà del peso sui capezzoli, un dolore che porterà in dote mugugni di dolori, suoni con i quali eccitare ed eccitarsi. Io personalmente ho raggiunto l’equilibrio, alla mia lei l’amore, alla mia padrona la mia infinita…sofferenza.